Adrano, una delle più belle città della Sicilia,un luogo dove l’architettura trasuda cultura, un luogo dove persino la terra, che giornalmente gli agricoltori coltivano con passione e con amore, trasmette sapori antichi ed il ricordo di chi prima di noi la ha abitata.
Viviamo sulle rovine di antiche aggregazioni primitive , siamo figli di greci,romani,arabi e normanni.
Abbiamo subito l’influenza dei piu’ grandi popoli della storia dell’umanità e passeggiando per il nostro amato paese è impossibile non accorgersene: le rovine del tempio al dio Adranon, la domus romana, il castello normanno, il suo muro di cinta, il ponte dei Saraceni…
Eppure c’è qualcosa che non mi torna , qualcosa di molto grave , direi diabolico.
Come può un luogo tanto pregnante di civiltà, essere oggi così tanto incivile? Come è possibile che oggi ci ritroviamo con un paesaggio architettonico culturale così impressionante ed avere ancora così poco rispetto per noi stessi per la nostra città e per gli altri cittadini? Per meglio dire, come possiamo essere fra gli abitanti piu’ disorganizzati e stupidi della Sicilia?
Abbiamo un territorio che brulica di reperti archeologici, perché non si è mai scavato accanto alla domus romana? perché dopo aver scoperto le tombe romane dietro piazza Eurelios non si sono fatti gli scavi per verificare meglio i ritrovamenti ? Perchè Adrano sabato e domenica dopo le 20&30 è vuota come se fosse la 1 di notte? Perchè Adrano non ha una associazione Antipizzo? Perché Adrano ha un indice di sviluppo piu’ basso rispetto a Biancavilla che pur essendo più’ piccola è molto più sviluppata? Perché Adrano non ha un rappresentante al parlamento? Perché Adrano è una riserva di voti ed un puntino inutile sulla cartina dei poteri forti?
La risposta si puo’ trovare facendo una sorta di analisi psicologica del cittadino tipo:
Si spacca la schiena a lavorare ore ed ore, con il sole, con la pioggia, ed in mente ha solo un soggetto “Se stesso”; per il cittadino Adranita infatti non esiste un Noi, non esiste una collettività, esiste solo un IO , ed ogni azione è rivolta al soddisfacimento del proprio benessere.Ma facciamo un esempio pratico invece di perderci in inutili supposizioni: ad Adrano, non votiamo un uomo politico per le sue capacità, ma perché confidiamo in lui per cercare di risolvere il problema della nostra disoccupazione o di quella di un nostro affine (cosa normalissima in italia!!), ecco, il comportamento Adranita inizia proprio lì, il politico salito al potere possibilmente manterrà le promesse, farà un favore a questo ed uno a quello e riuscirà a far lavorare pure qualcuno,ma la stupidità adranità sta in un altro livello, non sta nel povero sventurato che pur di guadganre vende il proprio voto al politico di turno, la stupidità adranità vive nel politico stesso, nel suo agire perchè i prototipi di politici adraniti che abbiamo visto fin’ora non hanno fatto nulla di concreto per la città e per il suo sviluppo! SIAMO ASSOLUTAMENTE INCAPACI DI ORGANIZZARCI !!!! Nei paesi limitrofi i politici sono riusciti a farsi i fatti propri, ma sopratutto i fatti della città. Noi non abbiamo e non abbiamo mai avuto un SEN. Nino La Russa (che ha portato Paternò al grande svilupo in cui si trova adesso) o un SEN. Pino Firrarello (che ha arricchito enormemente la città di Bronte con il pistacchio coltivato nelle campagne di Adrano,e che sta facendo sistemare la 284 per permettere un maggiore sviluppo della sua città).
Non abbiamo la capacità di confluire verso un obiettivo comune , mentre gli altri che hanno capito tutto si fanno gli affari propri e quelli della città noi ci facciamo solo i nostri e poi ci lamentiamo pure.
Adrano 2400 anni dopo…culla di incapacità e di stupidità!
SIGNORI SVEGLIAMOCI!!
—-> http://obbiettivo-adrano.blogspot.com/