Stamane, il Consiglio Comunale di Adrano ha dato il via libera al “Piano di riequilibrio”, anche detto pre-dissesto: un prestito multimilionario con il quale si cerca di far fronte alla disastrosa situazione economico-finanziaria dell’Ente. 

Molti gli interventi e le richieste di chiarimenti ma, ad oggi, non si conosce l’esatto ammontare della massa debitoria del Comune di Adrano.

Adesso la palla passa agli uffici che, nelle prossime settimane, dovranno redigere il “piano” che impegna l’Ente per un decennio a condizioni sanguinose, quali le imposte al massimo ed il taglio dei servizi, senza comunque escludere il tanto temuto dissesto. Per alcuni è tutto a posto, non cambierà granché. La realtà, purtroppo, è ben diversa.

Si sono rivelati esatti, a due anni di distanza dalla richiesta di istituzione di una Commissione di controllo e garanzia sulla situazione finanziaria del nostro Comune (richiesta da 13 Consiglieri e bocciata dalla maggioranza), i timori e le previsioni espresse in quell’occasione da diversi Consiglieri comunali. Ancora una volta, l’arroganza e l’inadeguatezza hanno avuto torto.

Hanno votato a favore i Consiglieri: Santangelo, Mannino, Del Campo, Di Primo, Branchina, Coco, Politi, Monteleone, Trovato, Mavica ed i consiglieri del gruppo “Adrano 2.0″, Sampieri e Cancelliere.

Astenuti: Brio e Russano.

Contrari: Ricca, Salanitro e Perni.

Hanno lasciato l’Aula dopo aver comunque criticato l’operato dell’Amministrazione: Leocata, Scardina, Pellegriti e Cusimano.

Di seguito, le dichiarazioni del Consigliere Giovanni Ricca alla luce di questi ultimi risvolti:

Insieme ai colleghi Salanitro e Perni ho espresso un voto contro l’intera politica economica di questa Amministrazione che, bocciata dai fatti, tenta tardivamente di mettere una pezza (non si sa ancora quanto grande) ad una situazione finanziaria a dir poco disastrosa.
Trovo assurdo (ma non sorprendente) che su un tema così importante continui a latitare l’informazione.

Per questo, invito tutti i cittadini a guardare la replica del Consiglio Comunale per iniziare a prendere coscienza del DISASTRO finanziario che interessa il nostro Comune.

*

– ObBiettivo Adrano