IPAB “CASA DI OSPITALITA’ PER INDIGENTI”

CONTRADA FRANZA – ADRANO

 

Avviso di  Selezione pubblica, per soli titoli ai fini della formazione di graduatoria triennale, ai sensi dell’art. 49  della legge regionale 5 novembre 2004 n. 15, Per assunzione a tempo determinato nel profilo: 

  • AUSILIARIO DI ASSISTENZA, categoria “A”, posizione economica iniziale A1 – CCNL Comparto regioni-Autonomie Locali;

Il presidente

 

Vista la L.R. n.15 del 05.11.2004, art.49

Visto il Decreto Presidenziale del 05.04.2005

Visto il D.lgs. n.165 del 30/3/2001, art.35, comma 2

Vista la L.R. n.12 del 30/4/1991, art.8

Vista la L.R. n.15 del 23/5/1994, art.1

Vista la legge n.223 del 23/7/1991, art.8

Visto il D.lgs. n.468 dell’1/12/1997, art.12

In esecuzione alla Deliberazione del C.d.A. di approvazione del presente Bando,

rende noto

 

 che è indetta una selezione pubblica, per solo titoli, per la formazione della graduatoria  di cui all’art. 49 della legge regionale 5 novembre 2004, n.15, per il conferimento di eventuali incarichi a tempo determinato, per esigenze immediate e straordinarie, per il profilo professionale:

  • ausiliario di assistenza, categoria A, posizione economica iniziale A1, CCNL comparto Regioni ed autonomie locali.

 

Art. 1

Requisiti per l’ammissione

Per l’ammissione alla selezione pubblica per la formazione della suddetta graduatoria è richiesto il possesso dei requisiti generali previsti dall’art.2 D.P.R  27 marzo 2001 n. 220 , ed in particolare:

a) età non inferiore a diciotto anni;.

b) cittadinanza italiana o cittadinanza di uno dei paesi membri dell’Unione Europea, fatte salve le equiparazioni stabilite delle vigenti leggi;

c) idoneità all’impiego, con esenzione da difetti fisici che possano influire sul rendimento del servizio ( l’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego è effettuato dall’IPAB “Casa di Ospitalità per indigenti” di Adrano, prima dell’eventuale immissione in servizio);

d) non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;

e) godimento dei diritti civili e politici;

f) titolo di studio previsto per l’accesso alla carriera ovvero  assolvimento dell’obbligo scolastico o diploma di istruzione secondaria di primo grado;

g) regolare posizione nei riguardi degli obblighi militari per i candidati di sesso maschile;

h) capacità professionale acquisita a seguito di esperienza lavorativa prestata alle dipendenze dell’I.P.A.B “Casa di Ospitalità per indigenti ” di Adrano o di altra I.P.A.B. o ente pubblico che gestisce casa di riposo, per un periodo di almeno novanta giorni nello stesso profilo professionale del presente bando;

I requisiti di cui sopra devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione delle domande di partecipazione.

La partecipazione alla selezione non è soggetta a limiti di età, ai sensi di quanto disposto dall’art.3, comma 6, della legge 15 maggio 1997 n. 127, come recepito dalla legge regionale 7 settembre 1998 n.23.

Art. 2

Domanda e termine di presentazione 

Per partecipare alla selezione i concorrenti dovranno presentare apposita domanda in carta

semplice, che può essere redatta sul modello predisposto dall’Ente (All. 1), indirizzata all’I.P.A.B. “Casa di Ospitalità per Indigenti di Adrano”, contrada Franza snc Adrano , entro il termine perentorio di giorni 15 dalla data di pubblicazione del presente bando all’Albo Pretorio del Comune di Adrano e/o sul sito internet dell’Ente www.ipabindigentiadrano.it.

Le domande di partecipazione dovranno pervenire esclusivamente a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento. La domanda di partecipazione alla selezione dovrà recare la seguente dicitura “Domanda di partecipazione alla selezione pubblica per conferimento incarichi a tempo determinato nel profilo di ausiliario di assistenza categoria A”.

Al fine dell’ammissione delle domande spedite per raccomandata A.R farà fede il timbro dell’ufficio postale accettante. Il termine per la presentazione della domanda ove cada in un giorno festivo, sarà prorogato al giorno successivo non festivo. Verranno escluse, tuttavia, le domande che perverranno all’Ente oltre il 10° giorno dalla scadenza del bando.

L’I.P.A.B. declina ogni responsabilità per le domande non pervenute entro i suddetti termini per qualsiasi motivo ad essa non imputabile.

La domanda, a pena di esclusione, dovrà contenere le seguenti dichiarazioni, rese ai sensi di quanto previsto con D.P.R. n. 445/2000:

1) cognome e nome, codice fiscale;

2) luogo e data di nascita;

3) residenza e il recapito al quale dovranno essere trasmesse le comunicazioni da parte dell’Ente, numero telefonico, ed eventuale indirizzo di posta elettronica, con impegno a comunicare tempestivamente ogni successiva variazione;

4) possesso della cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle legge vigenti, o cittadinanza di uno dei paesi dell’Unione Europea;

5) non aver riportato condanne penali né avere procedimenti penali in corso (ovvero l’indicazione delle condanne penali riportate e dei procedimenti penali in corso);

6) Comune di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione;

7) di essere fisicamente idoneo all’impiego;

8) non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione;

9) il possesso del titolo della scuola dell’obbligo richiesto per l’ammissione alla selezione con la data in cui è stato conseguito e l’autorità che lo ha rilasciato;

10)  il servizio prestato alle dipendenze dell’I.P.A.B. “Casa di Ospitalità per Indigenti” di Adrano, o di altre II.PP.A.B  che gestiscono casa di riposo, non inferiore a giorni 90 (novanta) in qualifica pari a quella del presente bando;

11) eventuali altri servizi prestati presso Enti pubblici di durata non inferiore a tre mesi, in mansioni analoghe al profilo professionale dal presente bando specificando la durata in mesi (non saranno presi in considerazione servizi prestati presso pubbliche amministrazioni in qualifiche diverse da quelle sopra indicate);

12) la posizione nei riguardi degli obblighi militari per i candidati di sesso maschile;

13) l’autorizzazione all’utilizzo da parte dell’Amministrazione dei dati personali ai fini della selezione, per come indicato all’art.7 del presente bando;

14) l’eventuale possesso di requisiti che danno diritto ad ulteriore precedenza e/o preferenza a parità di punteggio secondo la normativa vigente;

15)  di accettare tutte le condizioni previste nel presente bando.

Giusta art.49, commi 2° e 4°, della L.R. 15/2004, a parità di merito trova applicazione la normativa vigente in materia di preferenze e precedenze.

L’omessa indicazione nella domanda di uno dei punti sopra indicati determina l’esclusione dalla selezione qualora il possesso dei requisiti, di cui ai detti punti, non possa desumersi dal contenuto della domanda e/o dalla documentazione prodotta.

Non saranno prese in considerazione ai fini della selezione eventuali domande già presentate all’Ente in data antecedente alla pubblicazione del presente bando.

La domanda di partecipazione alla selezione dovrà essere sottoscritta dal candidato, e ad essa dovrà essere allegata, a pena l’esclusione, copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

Art. 3

Documentazione da allegare alla domanda

Alla domanda di partecipazione alla selezione, a pena di esclusione, i concorrenti dovranno allegare o autocertificare, nelle forme di legge, i seguenti documenti:

–          titolo di studio del diploma di scuola media inferiore o della licenza elementare se conseguita anteriormente all’anno scolastico 1961/62;

–          titoli di formazione professionale;

–          il servizio prestato presso l’I.P.A.B. “Casa di Ospitalità per Indigenti” di Adrano, o altra I.P.A.B. che gestisce casa di riposo, in qualifica pari a quella del presente bando;

Alla domanda devono essere allegate tutte le certificazioni relative ai titoli e ai servizi prestati che i candidati ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria, ai sensi del successivo art. 4 del presente bando.

I suddetti documenti possono essere attestati con dichiarazioni sostitutive di certificazioni ai sensi dell’articolo 76 del D.P.R. n.445/2000 con la clausola che il candidato è consapevole che in caso di dichiarazioni mendaci lo stesso incorre nelle sanzioni penali previste dalla legge.

L’ente si riserva la facoltà di controllare la veridicità delle dichiarazioni rese dal candidato con le modalità e nei termini previsti dalle vigenti disposizioni in materia.

Le dichiarazioni sostitutive di certificazioni, devono, comunque, contenere tutti gli elementi e le informazioni dalla certificazione che sostituiscono. La mancanza, anche parziale, di tale elementi preclude la possibilità di procedere alla relativa valutazione.

In particolare, per i servizi prestati presso le pubbliche amministrazioni, l’interessato è tenuto a specificare:

– l’esatta denominazione e l’indirizzo delle stesse;

– se trattasi di rapporto di lavoro di ruolo, ovvero a tempo determinato, a tempo definito, tempo pieno o a tempo parziale (in questo caso specificare il numero di ore);

– categoria e profilo professionale;

– periodo di servizio effettuato, nonché eventuali periodi di interruzione del rapporto e loro motivo;

– motivi di cessazione del rapporto;

non saranno presi in considerazione i titoli, le autocertificazioni e le dichiarazioni sostitutive non conformi alle caratteristiche richieste.

Comportano automaticamente l’esclusione dalla selezione:

–          la presentazione della domanda fuori termine;

–          il mancato possesso di uno dei requisiti di accesso alla presente selezione;

–          la mancata sottoscrizione della domanda;

–          la mancata presentazione della copia del documento di riconoscimento in corso di validità;

–          la mancata indicazione dei dati anagrafici del concorrente;

–          la mancata espressa accettazione delle condizioni e prescrizioni del presente bando;

 

Si precisa che le istanze di partecipazione alla selezione non possono essere integrate oltre il termine di scadenza della presentazione delle stesse.

L’Amministrazione potrà disporre in ogni momento l’esclusione dalla selezione per difetto dei requisiti richiesti.

Alla domanda deve essere unito, in carta semplice, un elenco dei documenti e dei titoli

presentati, nonché allegata la ricevuta comprovante il versamento sul conto corrente bancario dell’Ente: Banco “UNICREDIT SPA – ag. di Adrano – via Garibaldi n. 19/21”  CODICE  IBAN – IT41X0200883863000300372225 –con la causale “tassa avviso di selezione pubblica” intestato a IPAB “Casa di Ospitalità per indigenti”, contrada Franza, Adrano (CT), dell’importo di € 10,00.

La domanda, che può essere redatta sul modello predisposto dall’Ente (Allegato 1), e la documentazione ad essa allegata, deve essere inoltrata, entro 15  gg. dalla pubblicazione del presente bando di selezione sul sito internet dell’Ente www.ipabindigentiadrano.it. e/o sull’Albo pretorio del Comune di Adrano, esclusivamente a mezzo del servizio postale, con raccomandata A.R., al seguente indirizzo: IPAB “Casa di Ospitalità per indigenti”, contrada Franza, Adrano (CT).

Al fine dell’osservanza del termine di scadenza farà fede il timbro postale di spedizione. Il termine fissato per la presentazione della domanda è perentorio; l’eventuale riserva d’invio successivo di documenti è priva di effetto.

L’IPAB “Casa di Ospitalità per indigenti” di Adrano, declina ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito, o di mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, o per eventuali disguidi postali o telegrafici, non imputabili a colpa dell’Amministrazione stessa.

Art. 4

Valutazione titoli

La valutazione dei titoli e la formulazione della graduatoria sarà effettuata in base ai seguenti criteri, stabiliti dal Decreto del Presidente della Regione del 5 Aprile 2005, pubblicato sulla G.U.R.S. n.18 del 29.04.2005:

-Titoli di studio:

Il punteggio relativo al titolo di studio (20 punti su 100) è così attribuito:

– diploma di scuola media inferiore                     punti 20

– licenza di scuola elementare                  punti 15

i punteggi dei titoli di cui sopra non si sommano.

– Titoli professionali

Il punteggio relativo ai titoli formativi (30 punti su 100) è così attribuito:

  • Corsi di formazione professionale attinenti al profilo professionale a concorso, con attestato di superamento di esami finali, organizzati da Enti dello Stato, dalla Regione o legalmente riconosciuti di durata non inferiore a mesi 3(tre): punti 0,20 per ciascun mese fino a un massimo di punti 30.

                          Sono valutabili più titoli formativi richiesti nel bando.

– Titoli di carriera

Atteso che non risulta qualifica professionale immediatamente inferiore, il punteggio relativo ai servizi prestati presso Enti Pubblici (50 punti su 100) è così attribuito.

  • Ø Servizio nel profilo professionale a concorso (ausiliario-cat.A): punti 0,15 per mese fino ad un massimo di punti 50.

I servizi inferiori a mesi 3(tre) non sono valutabili.

Il servizio militare è valutato come se fosse prestato nel profilo professionale a concorso.

Art. 5

Formazione della Graduatoria

 

La graduatoria sarà predisposta dagli uffici dell’Ente, ai sensi del D.P.R.S. del 05.04.2005, e verrà formulata sulla scorta dei criteri indicati dall’art. 4 del presente bando, tenendo conto delle precedenze e preferenze previste dalla legge.

Ai sensi dell’art.3, comma 7°, della Legge 15 maggio 1997, n°127 e successive modifiche ed integrazioni, a parità di merito e di titoli, è preferito il candidato più giovane.

Giusta art.49, commi 2° e 4°, d0ella L.R. 15/2004, a parità di merito trova applicazione la normativa vigente in materia di preferenze e precedenze.

 

Art. 6. Utilizzo della graduatoria

 

La graduatoria definitiva avrà validità triennale dalla data di approvazione e sarà utilizzata per il conferimento di eventuali incarichi, a tempo determinato, di personale della stessa qualifica e profilo professionale, mediante stipula di contratti a tempo determinato, secondo le esigenze immediate e straordinarie dell’ente, e comunque per un periodo non superiore a giorni 90  a partire dal primo posto utile della stessa.

L’Ente si riserva di accertare le dichiarazioni rese dai concorrenti in ordine al possesso dei requisiti previsti dal presente bando e dei titoli dichiarati dagli stessi nella domanda di partecipazione. L’Ente ha facoltà di accertare d’ufficio la veridicità di quanto dichiarato dai concorrenti utilmente collocati in graduatoria. Fermo restando quanto previsto dall’art.76 del succitato D.P.R. n.445/2000, in merito alle sanzioni penali in caso di dichiarazioni mendaci, qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione i concorrenti decadranno dalla graduatoria.

Il concorrente chiamato per lo svolgimento di un incarico deve assumere servizio entro il termine fissato nella comunicazione. Qualora non produca uno o più dei documenti richiesti o che senza giustificato motivo non assuma servizio alla data fissata, non si darà luogo alla stipula del contratto di lavoro e sarà collocato in coda alla graduatoria.

Il candidato decade dalla graduatoria nel caso in cui:

–          non sia in possesso del titolo di studio richiesto dal presente bando;

–          non sia in possesso dell’anzianità di servizio richiesta dal presente bando;

–          si renda responsabile di gravi e ripetute mancanze e/o inadempienze;

–          sia in condizioni d’incompatibilità con il conferimento dell’incarico presso l’Ente.

 

Art. 7

Tutela della privacy

Secondo quanto previsto dal D.lgs 196 del 30 giugno 2003 i dati personali richiesti ai candidati saranno raccolti e trattati dall’IPAB, esclusivamente per le finalità di gestione della selezione, con o senza l’ausilio di mezzi elettronici, comunque sin da ora autorizzato e per tutte le operazioni necessarie, ivi incluse le comunicazioni ai soggetti interessati e le pubblicazioni all’albo pretorio del comune di Adrano sul sito internet www.ipabindigentiadrano.it.

La presentazione della domanda da parte del candidato implica espressamente il consenso al trattamento dei propri dati personali per lo svolgimento delle procedure come sopra indicate

 

Art. 8

Norme finali

L’Ente si riserva, a suo insindacabile giudizio, la facoltà di modificare, prorogare, sospendere o revocare il presente bando, qualora ricorrano motivi di pubblico interesse, disposizioni di legge, mancata disponibilità finanziaria nel bilancio, ovvero contrarie disposizioni regionali, senza che per i concorrenti insorga alcuna pretesa o diritto.

Per quanto non previsto dal presente bando si intendono richiamate le norme di legge applicabili in materia, ivi compresi il D.Lgs. n°165/2001, le disposizioni del Capo I, Titolo II del libro V del Codice Civile, nonché le disposizioni che regolano il rapporto di lavoro dei dipendenti della P.A., se ed in quanto compatibili.

Per informazioni gli interessati potranno rivolgersi all’IPAB “Casa di Ospitalità per indigenti”, contrada Franza snc , Adrano (CT) – Tel.095 7601649 o alla seguente email info@ipabindeigentiadrano.it

 

 

                                                                            IL PRESIDENTE

                                                                       F.to Rossella Puglisi

Per maggiori informazioni —> QUI