Dopo la giornata nera per eccellenza, quella di ieri, in cui sono andati in fumo ettari di bosco e macchia mediterranea in provincia di Catania, oggi la situazione sul fronte incendi sembra più tranquilla. “Anche se le ore peggiori -sottolinea il responsabile comunicazione dei Vigili del Fuoco di Catania Luigi De Luca – sono quelle più calde in cui monta il vento, tra le 11 e le 17″.

Per quanto riguarda il disastroso incendio della pineta dei Monti Rossi e del monte Mompilieri, le fiamme sono ormai domate e nelle prossime ore toccherà fare la conta dei danni. Ad andare in fumo è stato soprattutto il sottobosco e buona parte degli alberi potrebbe aver subito danni parziali. “Abbiamo dato supporto con la squadra di Adrano -contiuna De Luca- in quanto gli incendi boschivi sono in genere di competenza del corpo Forestale dello Stato. Noi abbiamo operato in prossimità delle zone abitate sgomberando il camping Etna ed al momento non abbiamo mezzi impegnati in quel luogo.

In città le zone più a rischio sono quelle periferiche  in cui la parte urbanizzata viene a contatto con le aree incolte e la macchia mediterranea, non a caso si chiamano proprio ‘incendi di interfaccia’. In questo caso i disagi maggiori sono legati alla vicinanza con le abitazioni ed i disagi per la viabilità legati alla presenza di dense nuvole di fumo”.

FONTE