Il colpo di scena, annunciato dopo la seduta dello scorso mercoledì, è di stamane: i Revisori danno parere sfavorevole al Bilancio di previsione 2014.

Netta bocciatura dei Revisori dei Conti al Bilancio di previsione 2014 del Comune di Adrano, che a breve doveva giungere in Aula. La notizia è giunta stamane, dopo le sollecitazioni del Commissario ad acta nominato dalla Regione, attraverso una nota, presentata intorno alle ore 9.00 al Protocollo Generale del Comune.

Rapidissimo il passaparola tra gli addetti ai lavori, con alcuni Consiglieri che si sono presentati in Comune per ricevere copia della nota che, si dice, sia stata inizialmente negata. Dopo alcune ore di tira e molla, con il Segretario comunale sulla graticola, ci ha pensato il Presidente del Consiglio a dirimere la matassa, trasmettendo ai Consiglieri la nota in questione.

La situazione economico-finanziaria dell’Ente è stata al centro del dibattito non solo politico delle ultime settimane, dopo l’arrivo della nota della Sezione di Controllo della Corte dei Conti in riferimento al Rendiconto 2012. I Consiglieri di opposizione avevano richiesto l’istituzione di una Commissione di controllo e garanzia per affrontare una situazione definita grave ma che qualcuno, tra le file della stessa maggioranza, tentava di sminuire. Molti erano stati, anche durante le sedute di Consiglio Comunale, non ultima quella dello scorso mercoledì, gli inviti a riflettere con più attenzione su un tema tanto importante. Appelli non accolti, talvolta derisi. Fino alla clamorosa notizia di oggi.

Lo scorso mercoledì in Aula, per la prima volta, si è parlato palesemente di possibile “dissesto finanziario” dell’Ente. A farlo è stato proprio il Presidente del Collegio dei Revisori, che oggi ha praticamente inchiodato il Bilancio 2014. “La situazione non è grave, ma gravissima” aveva affermato il Dott. Spataro, preannunciando due possibili percorsi per l’Ente: la dichiarazione di dissesto finanziario o il dissesto “guidato”, attraverso un riequilibrio finanziario.

Il Collegio dei Revisori dei Conti non lascia spazio a dubbi o interpretazioni: “il parere al Bilancio 2014 del Comune di Adrano è sfavorevole“. Parole e giudizi netti, pesantissimi, che inchiodano lo schema già approvato dalla Giunta comunale che doveva giungere in Aula per l’approvazione del Consiglio entro il 31 dicembre, pena il rischio concreto di scioglimento dello stesso.

Nelle scorse settimane la Regione Siciliana ha provveduto a nominare, come detto, un commissario ad acta, il dottor Carlo Domenico Turriciano, insediatosi lo scorso mercoledì, col compito di “sollecitare l’approvazione del bilancio di previsione 2014″, eventualmente sostituendosi, se necessario, al Consiglio comunale.

Adesso, con tempi risicatissimi e con criticità evidenti, probabilmente il 29 dicembre, il Presidente del Consiglio sarà costretto a portare in Aula un Bilancio in merito al quale i Consiglieri Comunali (di maggioranza) dovranno assumersi una grande responsabilità: votare un Bilancio che i Revisori dei Conti hanno ritenuto inadeguato.