Domani alle ore 9.30, alla presenza del sottosegretario di Stato all’Ambiente Silvia Velo, nella sede del Parco dell’Etna, l’ex Monastero Benedettino di San Nicolò La Rena a Nicolosi (via del Convento 45), si svolgerà la cerimonia di apposizione della stele celebrativa dell’iscrizione del “Mount Etna” nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco.

La stele, in pietra lavica ceramizzata, è stata realizzata dal maestro ceramista Barbaro Messina. «Sarà un passaggio di alto profilo istituzionale, che celebrerà l’importanza del nostro patrimonio naturalistico come elemento di valore unico, che ci caratterizza nel mondo e che costituisce una ricchezza da preservare per le giovani generazioni», sottolinea Marisa Mazzaglia, presidente del Parco dell’Etna. Accanto alle autorità e ai sindaci del territorio, ci sarà la gioiosa presenza delle delegazioni degli istituti scolastici dei Comuni del Parco. «Abbiamo voluto rendere protagoniste di questo significativo momento non solo le autorità e le istituzioni, ma soprattutto le giovani generazioni di etnei, cui spetterà il compito di amare, difendere e preservare la nostra montagna», aggiunge la presidente Mazzaglia. La cerimonia verrà conclusa con la liberazione di alcuni volatili da parte del Fondo Siciliano della Natura.