Tirocini in azienda, retribuiti con una borsa mensile, per i giovani che oggi non hanno un lavoro, né continuano il percorso formativo, i cosiddetti NEET.
L’auspicio è che molte aziende locali presentino la propria candidatura, in modo da dare un’opportunità ai nostri giovani laureati.

Come segnalatoci dal prof. Giosuè Gullotta, Assessore Comunale ai Servizi Sociali, si è aperta lo scorso 9 settembre l’opportunità, per le imprese interessate, di dare la loro adesione al progetto Neet: 10 milioni di euro per promuovere 3.000 tirocini in azienda, retribuiti con una borsa di 500 euro mensili per ragazzi non più inseriti in un percorso scolastico/formativo, ma neppure impegnati in un’attività lavorativa (NEET è l’acronimo inglese di “Not in Education, Employment or Training”). E’ sufficiente registrarsi al portale ‘Cliclavoro’ (www.cliclavoro.gov.it) nell’apposita sezione ‘Amva-Giovani Laureati Neet‘ ed inserire le informazioni relative al tirocinio offerto, al fine di permettere ai giovani di candidarsi e poter esaminare i curricula via via presentati.

Italia Lavoro interviene quindi con un progetto, promosso dal Ministero del Lavoro, con risorse a valere sul Piano di Azione e Coesione, per offrire una possibilità di ingresso nel mercato del lavoro a chi oggi corre il pericolo di diventare parte di una ‘generazione senza lavoro’. L’intervento si rivolge ai residenti in Campania, Sicilia, Puglia e Calabria, con età compresa tra i 24 e i 35 anni ed in possesso di una Laurea. Qui il fenomeno dei “Neet” è particolarmente grave: nel 2012 i giovani di 15-29 anni in questa condizione erano 1.098.759, pari al 35% di tutti i giovani di questa età in queste regioni.

I partecipanti riceveranno una borsa mensile di 500 euro lordi per i tirocini che si svolgeranno in Campania, Sicilia, Puglia e Calabria. Nell’ottica di favorire la mobilità territoriale, attraverso 200 tirocini si offrirà ai residenti di queste regioni la possibilità di recarsi in altre realtà territoriali/regionali: in questo caso la borsa mensile sarà pari a 1.300 euro lordi. L’iniziativa intende avvicinare questi giovani al mondo del lavoro, attraverso un percorso di tirocinio della durata di 6 mesi, che consenta di arricchire il curriculum con una concreta esperienza professionale in azienda, lavorando gomito a gomito con i lavoratori più esperti e sotto la supervisione di un tutor.

“Il progetto – si legge nella nota di Italia Lavoro – focalizza l’attenzione prevalentemente sui laureati in quegli ambiti disciplinari che comportano particolari difficoltà per l’inserimento nel mercato del lavoro. Sulla base dei dati Istat, si tratta dei seguenti gruppi disciplinari: geo-biologico, letterario, psicologico, giuridico, linguistico, agrario, politico-sociale”.

Per i giovani le iscrizioni al progetto si apriranno il 23 settembre, attraverso la registrazione su cliclavoro.gov.it nella sezione ‘Amva-Giovani laureati Neet’ e la candidatura ad una delle ‘vacancy’ inserite dalle imprese a partire dal 9 settembre.
 

Requisiti di partecipazione

Giovani
L’intervento è dedicato ai giovani che:

  • siano in possesso di laurea in uno di quegli ambiti disciplinari che comportano maggiori difficoltà per l’inserimento nel mercato del lavoro (ovvero i seguenti “gruppi”geo-biologico, letterario, psicologico, giuridico, linguistico, agrario e politico-sociale);
  • risiedano in una delle quattro regioni convergenza: Campania, Sicilia, Puglia e Calabria;
  • abbiano età compresa tra i 24 e i 35 anni (non compiuti);
  • siano  disoccupati e non stiano frequentando percorsi formativi.


Aziende
Possono ospitare tirocinanti aziende appartenenti a tutti i settori economici e con una forma giuridica disciplinata dal diritto privato, comprese le forme cooperative,  e aventi sede operativa nelle quattro regioni convergenza.

Possono candidarsi anche aziende con sede in altre regioni ma con precisi limiti quantitativi (200 tirocini sui 3.000 previsti possono essere realizzati in mobilità territoriale).

Le aziende che desiderano ospitare un tirocinante nell’ambito del Progetto NEET, possono candidarsi a partire dal 9 settembre 2013 iscrivendosi al portale www.cliclavoro.gov.it (cliccare su LOGIN in alto a destra), nell’apposita sezione riservata alle aziende, inserendo le informazioni relative al tirocinio offerto (vacancy).

I giovani
 per aderire al progetto e candidarsi ad una vacancy, a partire dal 23 settembre 2013, devono:

  • iscriversi al sito www.cliclavoro.gov.it (cliccare su LOGIN in alto a destra)
  • aderire al Progetto Neet (visibile dal 23 settembre 2013)
  • candidarsi ad una delle vacancy del Progetto, rese disponibili dalle aziende partecipanti

A partire dall’inserimento delle rispettive candidature, i giovani e le aziende potranno contattarsi reciprocamente attraverso le modalità messe a disposizione da Cliclavoro (mail, servizio “Cerca lavoro” e/o “Cerca curriculum”, ecc.) e avviare in via autonoma il processo di selezione.

La borsa destinata ai tirocinanti ammonta a 500 € lordi mensili per i tirocini in una delle quattro regioni convergenza (Campania, Sicilia, Puglia e Calabria), 1.300 € lordi mensili per i tirocini in mobilità (in tutte le altre regioni).

Per ulteriori informazioni e per accedere alla modulistica consultare la pagina apposita dal sito di Italia Lavoro o inviare una mail a neet@italialavoro.it.

LINK UTILI